Tra le novità contenute nel provvedimento, dalla proroga delle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica (65%) e la ristrutturazione degli edifici (50%), all'introduzione di un bonus fiscale per l'acquisto di mobili, al recepimento della Direttiva 'Edifici a energia quasi zero'.

Detrazione 65% per la riqualificazione energetica
La detrazione fiscale per la riqualificazione energetica degli edifici sale dal 55% al 65% e varrà dal 6 giugno 2013 (data di entrata in vigore del DL 63/2013, e non dal 1° luglio 2013 come indicato nella bozza di DL) fino alla fine del 2013 per i privati, e fino a giugno 2014 per interventi sulle parti comuni dei condomìni o su tutte le unità immobiliari del condominio.
 
Sono esclusi gli impianti di riscaldamento e gli scaldacqua a pompa di calore e gli impianti geotermici, già agevolati dal Conto Termico. Restano confermate le altre tipologie di interventi, i beneficiari, i tetti massimi degli importi da portare in detrazione, la procedura di accesso al bonus e la ripartizione della detrazione in dieci rate annuali.

Il DL pubblicato in Gazzetta non contiene l'Allegato 1 relativo all'articolo 14, presente in una bozza circolata nei giorni scorsi, che fissava nuovi limiti di trasmittanza termica, costi unitari massimi al mq, obbligo di installazione di valvole termostatiche, e che aveva allarmato i costruttori di serramenti di Uncsaal. Restano quindi in vigore i limiti di trasmittanza indicati nel DM 26 gennaio 2010.

 

FONTE EDILPORTALE (www.edilportale.com)